Wir verwenden Cookies für die beste Nutzererfahrung. Es werden Cookies von Dritten eingesetzt, um Ihnen personalisierte Werbung anzuzeigen. Durch die Nutzung der Website stimmen Sie der Speicherung von Cookies auf Ihrem Gerät zu. Informationen zu Cookies und ihrer Deaktivierung finden Sie hier.
 
 
 

Weniger oder gar kein Fleisch?

Ein Interview mit dem Komplementärmediziner Dr. Christian Thuile über gesundes Essen
Chi vive una vita più sana: i vegetariani o coloro che consumano carne in quantità moderata? Non esiste una risposta univoca a questa domanda. Tuttavia vi è una chiara indicazione. Un’intervista con il Dott. Christian Thuile, direttore medico del Servizio di medicina complementare presso l’ospedale di Merano.

Nonostante lo studio da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sul tema del consumo della carne e dei rischi collegabili, la voglia della gente di consumare carne pare non subire alcuna battuta d’arresto. Che cosa ci può dire di questo studio OMS, che ha suscitato non poche discussioni?
dott. Christian Thuile:
Lo studio ci ha confermato un aspetto importante: la nostra società consuma indubbiamente troppa carne. Un consumo di carne smodato aumenta senza mezzi termini il rischio di cancro e l’insorgenza di patologie intestinali. Ed è per questo che le indicazioni in termini di quantità sono così importanti in quello studio. Accanto alla quantità è decisiva anche la qualità, ma questo purtroppo lo studio non ce lo dice con chiarezza. Per cui, mangiare un po’ di carne non nuoce alla salute. Per quanto attiene alla qualità, non bisogna dimenticare che in Alto Adige possiamo riscontrare un livello di qualità delle carni decisamente più elevato rispetto alle città degli USA, dove lo studio OMS è stato svolto.

Lo studio OMS distingue anche tra carni rosse e carni trasformate, come lo speck e gli insaccati...
dott. Christian Thuile:
Nel caso delle carni trasformate è importante fare bene attenzione. Questo è il messaggio che mi è caro. Purtroppo dalle nostre parti il consumo di insaccati è la norma, e se volete sapere la mia opinione: questo tipo di consumo va drasticamente ridotto. Si tratta in primo luogo di fare bene attenzione soprattutto agli ingredienti e al metodo di lavorazione. Chi è solito scegliere il suo pezzetto di manzo in modo attento, non ha nulla da temere. L’importante è che la qualità emerga sulla massa. Il consumatore consapevole deve far cadere la sua scelta su criteri che penalizzano l’allevamento massificato e che premiano i metodi virtuosi di lavorazione del suo pezzo di carne.

Una domanda provocatoria: i vegetariani vivono una vita più sana rispetto ai carnivori?
dott. Christian Thuile:
i vegetariani vivono senza ombra di dubbio in modo più sano. Essi vivono in modo più consapevole, di norma sono più sportivi, più magri e non fumatori. Le loro scelte limitano i fattori di rischio. A questo si deve la mia dichiarazione iniziale espressa in modo così chiaro. Essi non vivono però in modo più sano rispetto a coloro che di tanto in tanto scelgono di mangiare un pezzetto di carne di elevata qualità e conducono una vita altrettanto consapevole.

Un’ultima domanda: è più sana la carne rossa o quella bianca?
dott. Christian Thuile:
Di regola la carne bianca è più sana di quella rossa, poiché più digeribile e con un minore contenuto di grassi. Tuttavia questo non è un dato che può essere generalizzato. In particolare quando parliamo di carne di pollo o tacchino dobbiamo chiederci da dove provengono quegli animali, come sono stati allevati e se siano stati trattati con antibiotici o altri ormoni o sostanze chimiche. In quel caso non sono certo più sani rispetto ad un manzo o vitello che si ciba sui pascoli ed è stato allevato con il metodo naturale. In ultima analisi le nostre decisioni quotidiane sul cibo che ingeriamo dovrebbero pur sempre essere anche una questione etica.
 
 Zurück zur Liste 




Bestellungen innerhalb 14.12.2016 werden vor Weihnachten zugestellt
Gratis Versand
*ab 99,99 € Bestellwert
 
Partnershop
für Schweizer Kunden
   

Montag bis Freitag
08.00 - 17.00 Uhr
 
Genussmarkt Meran (Infos und Lage)
I - 39012 Meran
Freiheitsstr. 35
T +39 0473 012 140
 
Öffnungszeiten:
Mo - Fr: 9.00 – 19.30 Uhr
Sa : 9.00 – 18.00 Uhr
Genussmarkt Bruneck (Infos und Lage)
I - 39031 Bruneck
Herzog-Sigmund-Str. 4/a
T +39 0474 050 500
 
Öffnungszeiten:
Mo - Fr 7.30 - 19.15 Uhr
Sa 7.30 - 17.00 Uhr
Genussmarkt Bozen (Infos und Lage)
I - 39100 Bozen
Perathonerstr. 9
T +39 0471 095 651
 
Öffnungszeiten:
Mo - Fr: 7.30 – 19.30 Uhr
Sa : 9.30 – 18.00 Uhr
 
Qualität aus Südtirol -
Südtiroler Herkunft & geprüfte Qualität
Qualität Südtirol Roter Hahn Südtiroler Speck Südtiroler Apfel Südtiroler Wein Tis innovation park
 
produced by Zeppelin Group - Internet Marketing