ATTENZIONE: soltanto per ordini con pagamento effettuato realizzati entro 13.12 potrà essere garantita la consegna prima di natale.

Weirouge - La mela rossa anche dentro

Sono migliaia le volte che i medici ci raccomandano vivacemente di nutrirci meglio, di mangiare più frutta e verdura – il consiglio spesso è buttato al vento. Ma c’è una novità intesa a stuzzicare l’appetito di qualcosa di salutare: una varietà di mela tutta rossa – anche all’interno! La Weirouge.

Dall’esterno non si distingue da altre mele come la Gala o la Red Delicious – la grandezza, la forma, la buccia – non c’è nulla che risalterebbe in particolare. “A prima vista la mela sembra del tutto ordinaria,” conferma l’esperta di biochimica ceca Eva Sadilova, “ma quando la si taglia, si rivela una polpa tutta rossa, di color carminio addirittura.”

Una mela dunque che non ha soltanto un colore splendido all’esterno, ma anche all’interno. Ciò significa che in questa particolare varietà i preziosi antociani – i tipici pigmenti vegetali rossi-violacei – non sono contenuti soltanto nella buccia della mela, ma sono presenti anche nella sua polpa. “Il contenuto di antociani è dieci volte più alto che quello di una mela normale, rendendo la Weirouge particolarmente salutare”, deduce l’esperta. Agli antociani si attribuiscono anche delle proprietà antiossidanti notevoli, comportando benefici non solo per la disintossicazione dell’organismo, ma anche per renderlo più resistente allo stress.

La varietà Weirouge esiste già da un po’ di tempo, ma non è mai stata commercializzata per bene. Rouge significa rosso in francese, e Wei sta per Weihenstephan, la località tedesca distante pochi chilometri da Monaco di Baviera dove si trova l’istituto di frutticoltura dell’università tecnica di Monaco, ovvero la culla della mela Weirouge. Il frutto è nato come prodotto puramente casuale. Tutto ebbe inizio con una piccola pianta da seme, un ibrido di altre due varietà.

L’obiettivo del nuovo studio è tra l’altro di attirare l’attenzione del pubblico su questa varietà e soprattutto sulle sue proprietà salutari e i suoi valori nutrizionali.” Ci sono vari agricoltori anche in Germania che hanno cercato di commercializzare la mela, ma fino ad ora il successo è stato modesto. Il signor Stintzing, collaboratore scientifico allo studio, si rammarica “ci sono molte persone che non mangiano la buccia della mela, e togliendo la buccia si tolgono anche tutti gli antociani.”

Gli antociani non sono l’unica sostanza che la Weirouge contiene in grandi quantità, anche l’acido malico è caratteristica saliente del frutto – caratteristica che non corrisponde poi così bene al gusto dei consumatori. “In sostanza si potrebbe dire che la mela è due volte più aspra di una mela normale, il sapore ricorda quello della Bella di Boskoop,” constata lo studioso. I ricercatori si sono dunque dedicati a concepire altre possibilità di utilizzo per il frutto, una delle quali sarebbe l’aggiunta della mela esotica ai succhi di frutta. Infine, anche gli antociani carmini possono servire ad uno scopo nell’industria alimentare: come coloranti per altri alimenti. Stintzing conferma che si tratta di un’industria perennemente in crescita.

Questa sicuramente non sarà stata l’ultima volta che sentiremo parlare della mela Weirouge.

 

Succo di mela Weirouge Bio Succo di mela Weirouge Bio Succo di mela Weirouge Bio Luggin Luggin
0.75 l
€ 3,90
1
-
+
Mele essiccate Weirouge Bio Mele essiccate Weirouge Bio Mele essiccate Weirouge Bio Luggin Luggin
50 g
€ 3,80
1
-
+

Tags: Weirouge

Prodotti connessi
Succo di mela Weirouge Bio Succo di mela Weirouge Bio Succo di mela Weirouge Bio Luggin Luggin
0.75 l
€ 3,90
1
-
+
Mele essiccate Weirouge Bio Mele essiccate Weirouge Bio Mele essiccate Weirouge Bio Luggin Luggin
50 g
€ 3,80
1
-
+